Ramadan e gravidanza, il digiuno è possibile ma con qualche attenzione

1 Marzo 2023

Ramadan e gravidanza, il digiuno è possibile ma con qualche attenzione

ramadan e gravidanza

Ramadan e gravidanza, è possibile ma con attenzione. Sono molte le donne musulmane che, in tutto il mondo, nonostante la gravidanza osservano il digiuno durante il Ramadan. Uno studio pubblicato su Plos One ha preso in considerazione lo stile di vita della madre durante il Ramadan, gli adattamenti alla dieta e il sonno, per valutare possibili esiti negativi sulla salute del nascituro.

Ramadan e gravidanza, equilibrare la dieta

Gli esperti consigliano di seguire un’alimentazione ad alto contenuto di grassi durante le ore del Ramadan nelle quali è consentito mangiare, in modo che non ci siano conseguenze sul peso del nascituro che potrebbe risentirne. E’ uno studio importante perché è utile avere un approccio costruttivo, in quanto per le donne musulmane in gravidanza che desiderano digiunare, le scelte alimentari al di fuori di quelle ore sono spesso modificabili con relativa facilità e quindi devono essere adeguatamente seguite, e consigliate, dal loro medico.

Il Ramadan è considerato il mese sacro del digiuno, dedicato interamente alla preghiera, all’autocontrollo e alla meditazione. Nel calendario lunare musulmano è il nono mese dell’anno, quello in cui secondo la tradizione, Maometto ricevette la rivelazione del Corano “come guida per gli uomini di retta direzione e salvezza”. Quest’anno inizia la sera del 22 marzo e termina il 21 aprile. Infatti, seguendo il calendario lunare (che dura meno di quello solare) il Ramadan non cade sempre nelle stesse date del calendario gregoriano.

Durante il Ramadan tutti gli adulti musulmani praticanti, adulti e sani, sono obbligati al digiuno dalle prime luci dell’alba fino al tramonto. Inoltre, non possono mangiare, bere, fumare e nemmeno praticare sesso. Bambini, anziani, malati e donne in gravidanza e donne con il ciclo mestruale sono esonerati.

Il digiuno si interrompe al tramonto mangiando un dattero o bevendo dell’acqua prima di concedersi la cena. Anche se le tradizioni sui cibi da mangiare dopo il tramonto cambiano da Paese a Paese.

Foto: Pexels