Le donne e la sensibilità al sale, un problema da non sottovalutare

18 marzo 2023

Le donne e la sensibilità al sale, un problema da non sottovalutare

donne e sensibilità al sale

Diversi in tutto. Anche nel sale. Le donne di tutte le età hanno una maggiore sensibilità al sale perché lo trattengono di più rispetto agli uomini. E questa propensione aumenta dopo la menopausa. Su una cosa non c’è differenza: l’assunzione di sale nella nostra dieta è maggiore di quella raccomandata dall’OMS. Non superare i 5 grammi di sale da cucina, l’equivalente di un cucchiaino da the, al giorno. Valori che è facile sforare se ci si dimentica che il sale è presente anche negli alimenti. Per questo è importante leggere bene le etichette.

Perché usare meno sale deve diventare una buona abitudine

«La sensibilità al sale è uno dei principali fattori di ipertensione. Sensibilità al sale significa che il corpo ha una tendenza naturale a trattenerlo piuttosto che a eliminare l’eccesso nelle urine. Si manifesta quando la pressione arteriosa diminuisce o aumenta di oltre il 10% in risposta alla quantità di sale assunta. Una buona notizia per gli uomini: mangiare con meno sale riduce il fattore sensibilità molto di più che nelle donne» affermano gli Autori del Medical College of Georgia in un articolo pubblicato sulla rivista Hypertension.

sensibilità al sale

Il sale durante la gravidanza gioca un ruolo importante

«Una possibile spiegazione è che il cromosoma sessuale XX predispone le femmine ad avere una maggiore sensibilità al sale. Presumibilmente perché devono quasi raddoppiare il volume di liquidi extracellulari durante la gravidanza e gli estrogeni devono mitigare una parte dell’aumento del rischio correlato. Almeno fino a quando i livelli non scendono dopo la menopausa» spiegano i ricercatori.

Le donne consumano più sale degli uomini

«Le donne tendono ad amare e consumare il sale molto più degli uomini e questa propensione è probabilmente legata alla necessità fisiologica di trattenere il sodio in modo da sostenere una gravidanza. Per quanto riguarda gli uomini alcuni studi hanno evidenziato che il testosterone, il principale ormone maschile, aiuta a ‘sopprimere’ meglio la necessità di un maggiore consumo di sale» concludono gli Autori.

Foto: Unsplash, Pixabay