Dormire bene riduce il rischio di infezione

2 Marzo 2023

Dormire bene riduce il rischio di infezione

dormire bene

Il sonno porta consiglio, dice il proverbio. Ma sembra portare anche salute. Infatti, secondo i ricercatori della Università di Bergen dormire bene può rendere meno vulnerabili alle infezioni.

Con l’aiuto di studenti di medicina che lavoravano in studi medici, attraverso dei questionari distribuiti ai pazienti, i ricercatori norvegesi hanno scoperto che le persone che dichiaravano di dormire troppo o troppo poco avevano maggiori probabilità di riportare un’infezione recente e quelle con problemi cronici di sonno avevano maggiori probabilità di avere bisogno di antibiotici.

I problemi di sonno aumentano il rischio di infezione

Lo studio, pubblicato su Frontiers in Psychiatry aveva proprio lo scopo di studiare la qualità (e quantità) di sonno nelle persone che chiedevano l’aiuto del medico.

Studi precedenti hanno dimostrato che avere problemi di sonno aumenta il rischio di infezione. In uno di questi, per esempio, le persone deliberatamente infettate da rhinovirus hanno dimostrato di avere meno probabilità di prendere il raffreddore se riferivano di aver dormito bene.

Il rischio di infezione aumenta di un quarto o più

dormire bene

In questo studio i ricercatori hanno scoperto che i pazienti che dichiaravano di dormire meno di sei ore a notte avevano il 27% di probabilità in più di riportare un’infezione, mentre quelli che dormivano più di nove ore avevano il 44% di probabilità in più di riportarne una. Meno di sei ore di sonno, o insonnia cronica, aumentava anche il rischio di dover assumere farmaci per superare l’infezione.

«Il rischio più elevato di riportare un’infezione tra i pazienti che hanno riferito una durata del sonno breve o lunga non sorprende più di tanto, poiché sappiamo che un’infezione può causare sia sonno insufficiente che sonnolenza. Ma il rischio più elevato di contrarre un’infezione tra i pazienti con un disturbo cronico dell’insonnia indica che la direzione di questa relazione va anche nell’altra direzione: un sonno insufficiente può rendere più suscettibili a un’infezione» spiega l’autore dello studio Ingeborg Forthun.

Foto: Pexels