Dismenorrea, i dolori del ciclo si combattono anche a tavola

1 Marzo 2023

Dismenorrea, i dolori del ciclo si combattono anche a tavola

dismenorrea

I dolori mestruali sono un’esperienza traumatica per molte ragazze e molte donne. La dismenorrea resta una delle principali cause di assenza da scuola e un fattore invalidante della qualità di vita. Uno studio, presentato al Congresso della North American Menopause Society (NAMS) ad Atlanta, suggerisce che un regime alimentare ricco di carne, olio, zucchero, sale e caffè può aggravare la situazione perché possono causare infiammazione.

Cosa fare per combattere i dolori mestruali?

I dolori mestruali (o dismenorrea) possono verificarsi con l’arrivo delle mestruazioni anche se, alcune volte, arrivano con qualche giorno d’anticipo annunciando il ciclo. In genere il picco del dolore arriva 24 ore dopo la comparsa del ciclo e scompare nel giro di 2-3 giorni.

 

Per alcune donne può essere così lancinante e i crampi così forti da incidere pesantemente nella qualità di vita. Il dolore mestruale quando è molto forte e invalidante non va ‘sopportato’ ma è importante parlarne con il medico, sia per migliorare la qualità di vita sia perché potrebbe essere il campanello di allarme di altri problemi come, ad esempio, l’endometriosi.

Che cosa è la dismenorrea?

Lo Studio presentato al NAMS, rivela che circa il 90% delle ragazze adolescenti cerca aiuto in farmaci da banco per alleviare e gestire il dolore ma non sempre con risultati pienamente soddisfacenti. Il consiglio degli esperti è quello di adottare un’alimentazione ricca di acidi grassi omega-3 e limitare il consumo di alimenti trasformati, di olio e zucchero. Tutto questo per ridurre l’infiammazione che gioca un ruolo importante nel dolore mestruale. Infatti, i muscoli dell’utero si contraggono a causa delle prostaglandine, che sono attive nella risposta infiammatoria.

Foto: Pexels